Svincolo Idrogeologico

Lo svincolo idrogeologico è un servizio predisposto dalla Comunità Montana dell’Ufita per consentire ai proprietari, che ne facciano domanda, di ottenere l’autorizzazione a fare movimento terra sulle aree sottoposte a vincolo. Ovviamente, l’autorizzazione è rilasciata a coloro che abbiano dimostrato di averne titolo ed a condizione che siano osservate le relative prescrizioni. L’obiettivo del vincolo è quello del mantenimento delle condizioni di stabilità idrogeologica delle superfici interessate da interventi che ne potrebbero stravolgere le caratteristiche. I terreni sottoposti a vincolo idrogeologico sono censiti nella mappa tenuta dall’Ispettorato forestale dello Stato e per quanto riguarda la superficie di competenza della Comunità Montana dell’Ufita soltanto i comuni di Greci e Montaguto sono esclusi da detta delimitazione. La richiesta di svincolo deve essere presentata all’Ente montano, corredata dei dati catastali e della descrizione degli interventi che si intendono effettuare. La domanda deve essere accompagnata dalla perizia asseverata da parte di geologo abilitato e dopo le opportune verifiche burocratiche l’Ente trasmette il tutto al Servizio Tecnico Amministrativo Provinciale Foreste di Avellino, che organizza il sopralluogo sulle aree di cui è stato chiesto lo svincolo. Al termine quella struttura emette il parere, che è trasmesso all’Ente montano per la definitiva autorizzazione, rilasciata in carta resa legale. Dalla presentazione della istanza al rilascio dell’autorizzazione in genere trascorrono trenta giorni.

La richiesta di autorizzazione allo Svincolo Idrogeologico interessa quei soggetti, pubblici o privati, che intendono effettuare "movimenti di terreno" (art. 23 Legge Regionale n' 11 del 07 maggio 1996) nelle zone sottoposte a vincolo per scopi idrogeologici ai sensi dell' articolo 7 del RD 3 dicembre 1923, n. 3267, le cui perimetrazioni ufficiali sono depositate presso le strutture del Corpo Forestale dello Stato, ovvero ridefinite dai Piani di Bacino approvati o adottati visionabili presso la Regione Campania o la Provincia di Avellino. La Comunità Montana dell'Ufita è competente per quanto riguarda il Vincolo Idrogeologico (RDL 3267/23) nel territorio dei 21 Comuni comunitari, pertanto le pratiche relative al Vincolo Idrogeologico, devono presentarsi presso la Comunità Montana che dovrà provvedere al loro adempimento.